Tag Archives: como

VIENI IN CITTA’ FALPE

La visita allo show-room FALPE, è un’esperienza da vivere a pieno. Non ci limitiamo a farvi scoprire e toccare con mano i prodotti che da oltre cinquantanni realizziamo nei nostri laboratori artigiani come le Tapparelle o le Tende alla Veneziana, oppure i prodotti che vendiamo grazie alla collaborazione con i migliori marchi del settore come Serramenti, Porte e Outdooor, ma la visita alla FILANDA FALPE, rappresenta una vera e propria esperienza, tutta da scoprire!

Entrerete in un contesto unico, quello di un antica e affascinante Filanda dell’ 800, completamente restaurata e riconvertita da FALPE e reso spazio espositivo, culturale, con laboratori artigianali, spazi di coworking e aree relax in cui scegliere e toccare con mano la qualità e il design dei prodotti per la vostra casa. Vi accompagneremo nella scelta dei prodotti, attraverso aree dedicate ai serramenti, alle tapparelle e persiane, alle porte da interni e complementi di arredo, alle tende tecniche e alle soluzioni per l’outdoor ai sistemi di Smart Home Motion e di protezione per la casa. Sarà come vivere in anteprima la vostra casa, riqualificata con stile, design e qualità by FALPE.

Spazi dove da decenni l’operosità artigianale brianzola si cimenta e produce. Luoghi che rappresentano l’essenza artigianale di FALPE e in cui le nuove generazioni di artigiani FALPE producono, assemblano, modificano i prodotti che da sempre fanno parte della nostra tradizione: tapparelle, tende alla veneziana, porte a soffietto o lavorazioni su legno e ferro che ci hanno permesso e ancora oggi ci distinguono nell’essere prima di tutto artigiani che grazie alla creatività e alla capacità tecnica realizzano prodotti sempre all’avanguardia e di alta qualità.

Una location di cui potrete godere, grazie al lavoro che FALPE+FALPE|lab ha realizzato, studiandone il concept e realizzandone artigianalmente i materiali. Il rooftop della Filanda riqualificato e messo a disposizione di coloro che venendo a trovarci vogliano rilassarsi o prendere parte alle iniziative e agli eventi della nostra azienda, in uno spazio di 100 mq con la Ciminera a pochi metri e la visuale sulla Città Falpe, la realtà delle Eccellenze Artigiane.

Il luogo nel quale ci troviamo. Storico e ricco di fascino, è stato sapientemente restaurato e riqualificato grazie all’idea e allo sviluppo del progetto di riconversione realizzato da Monostudio Milano e FALPE|lab. Una location da scoprire con numerosi spazi allestiti per diverse funzioni. Un “palcoscenico artigiano” sul quale trovano spazio, artisti, scultori, poeti, studenti, ricercatori, imprenditori, artigiani, makers o semplicemente curiosi che visitano e ri-scoprono un luogo che FALPE ha saputo trasformare e a cui ha conferito stile e fascino unico.

 

 

FALPE, ALLA 43° MOSTRA DELL’ ARTIGIANATO

img_9698

9 giorni di fiera, 43 anni di Mostra dell’Artigianato e la nostra azienda artigiana #FALPE che da 43 edizioni innova e valorizza l’artigianalità erbese.

Potremmo riassumere quello che è stato quest’anno la Mostra dell’Artigianato, definendo “perseveranza”, come la chiama qualcuno, oppure resilienza come la chiamano altri, o come altri ancora affermano si tratta di passione, ma probabilmente dobbiamo scomodare un personaggio della storia politica del nostro Paese come  Luigi Einaudi per trovare il termine che più degli altri definisce  ciò che è l’Artigianato: una Vocazione.

img_9715

L’Artigianato e con esso la Mostra dell’Artigianato sono una Vocazione naturale, che spinge le azienda artigiane come la nostra e come le poche rimaste, tra queste una menzione la meritano sicuramente gli amici della #CappelliniBox, a crescere sempre, innovando e migliorando di continuo. Una storia, che oggi abbraccia un presente sempre più consapevole che il domani sarà ancora di più Artigiano!

cappellini1

Cari amici, clienti e partner anche questa 43° Mostra dell’Artigianato FALPE l’ha onorata, valorizzata, sostenuta e promossa come sempre e più di sempre. Abbiamo innovato ancora una volta il modo di presentarci al pubblico, vi abbiamo presentato prodotti innovativi, le nuove finestre di design Prolux, Skill e ISIK, al contempo vi abbiamo fatto conoscere i prodotti realizzati dai nostri Artisti Artigiani e vi abbiamo presentato in modo più consapevole tutto il valore di essere “artigiani da sempre” e di farlo con vera passione. 

img_9649

Stand FALPE 43° Mostra dell’Artigianato

Abbiamo incontrato e rincontrato gli ospiti e amici che nei mesi scorsi vi avevamo presentato all‘Opificio Zappa e che insieme ci hanno aiutato a capire di più del mondo artigiano. Abbiamo scoperto con piacere che proprio ad Erba, grazie anche al contributo che sentiamo di  aver dato, è iniziato un percorso di crescita e valorizzazione dell’Artigianato.

Giorgio Zappa e Filippo Berto

Giorgio Zappa e Filippo Berto

Abbiamo condiviso con tutti questo il percorso di Campo Base,  che grazie ai ragazzi e le ragazze dell’Opificio Zappa e in particolare al team del TgOZ è stato raccolto e raccontato. Qui potrete ritrovare tutti gli “sherpa” di Campo Base che abbiamo incontrato e che prima d’ora abbiamo avuto il piacere di ospitare nella Città Falpe!

Ed ora che ve l’abbiamo raccontata anche qui e vi vogliamo ringraziare per averci seguito e sostenuto per il 43esimo anno consecutivo! Ringraziando in particolare chi di Mostre dell’Artigianato ne ha fatte ben 40 consecutive ed ora ci segue da lassù. Noi in fondo siamo solo all’inizio di questo percorso e di strada da fare ce n’è ancora un sacco. Grazie Pà! …per quello che è stato, per quello che è, per quello che sarà!

 

Riportiamo la stupenda citazione di Luigi Einaudi – Presidente della Repubblica Italiana   (maggio 1948 – maggio 1955) che troverete affissa nella nostra sala riunioni.

…migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli. È la vocazione naturale che li spinge; non soltanto la sete di denaro. Il gusto, l’orgoglio di vedere la propria azienda prosperare, acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, abbellire le sedi, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno.
Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie e investono tutti i loro capitali per ritrarre spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente con altri impieghi.

 

Non perdetevi l’album sul nostro profilo Facebook! Lo trovate qui!

Mentre qui potrete ripercorrere la settimana direttamente dalla pagina ell’evento: Falpe – 43° Mostra Artigianato 

 

 

Qui le foto dello stand FALPE, realizzate dal giovane Simone Cordolcini, studente e associato dell’Associazione Culturale Opificio Zappa, membro del Team TgOZ.:

Grazie Simone!!

 

 

IL “RACCONTO ARTIGIANO” DI ROBERTO BONZIO A CAMPO BASE

Italiani di Frontiera - "Think out of the box"

Italiani di Frontiera – “Think out of the box”

Pomeriggio molto interessante quello di oggi, Sabato 05 novembre, che vi consigliamo di passare insieme alla 43° Mostra dell’Artigianato ad Erba.

Ospiti del quarto ed ultimo incontro di Campobase, il percorso di formazione e crescita per gli artigiani del futuro, ci saranno degli “sherpa” molto interessanti e che noi di Falpe conosciamo bene.

Alle 16.00 aprirà gli interventi il caro amico Roberto Bonzio, “giornalista curioso” che abbiamo avuto il piacere di avere ospite a “Racconto Artigiano – Italiani di Frontiera in Città Falpe“, lo scorso 18 maggio all’Opificio Zappa. La serata aveva visto la partecipazione insieme a Bonzio dell’amico imprenditore erbese Tiberio Roda, che incontreremo sicuramente questo pomeriggio.

robertobonziogiorgiozappatiberioroda

Roberto Bonzio, Giorgio Zappa, Tiberio Roda

Roberto Bonzio, autore del libro (consigliatissimo!) “Italiani di Frontiera” ci parlerà di  storytelling. In effetti con la sua innata capacità di infondere ottimismo e fiducia sà spronare e dare il coraggio di andare oltre gli schemi e di credere nelle “folli idee”, impegnandosi a fondo per realizzarle. Racconta, appassiona, stimola , entusiasma ed affascina. E non si limita solo a raccontare ma dimostra con le scelte di vita che ha fatto di essere stato capace di mettersi in gioco e pensare oltre che  agire fuori dagli schemi, sapendo re-inventare il suo lavoro e sapendo oggi  raccontarlo.

IDF@FALPE

Roberto Bonzio -Think Out Of The Box

 

Sarà poi la volta di un’altro “sherpa” che ci piacerà molto ascoltare, si tratta di Ivana Pais, docente dell’Università Cattolica di Milano che ci parlerà di Crowdfunding. Anche Ivana Pais è stata in qualche modo in contatto con la Città Falpe nei mesi scorsi, è infatti grazie a lei che abbiamo avuto la possibilità di avere ospiti all’Opificio Zappa, l’amica dott.ssa Silvia Ivaldi isieme al prof. Giuseppe Scaratti, nella serata di quasi un anno fa in cui insieme al Coordinamento Giovani Como abbiamo parlato di Cowerking. La serata dal titolo “Cowork, the place to grow”  è stato il primo incontro che ha aperto il nostro percorso di formazione e di crescita e ci ha permesso di scoprire i vantaggi culturali e professionali di lavorare in un coworking. Offrendoci l’opportunità di incontrare e conoscere molti amici tra cui Alberto Canali di 3D Print Como e Massimo Carraro il fondatore della rete Cowo.

G.Scaratti, S.Ivaldi, G.Zappa, A.Canali, M.Carraro

Giuseppe Scaratti, Silvia Ivaldi, Giorgio Zappa, Alberto Canali, Massimo Carraro

Siamo molto curiosi di conoscere Ivana Pais e di apprendere le ultime informazioni sul mondo del Crowdfunding. Un sistema di reperimento di risorse collettivo e aperto che abbiamo visto da vicino grazie all’iniziativa dell’Erbese Football Club, con la campagna lanciata nei mesi scorsi. Ascolteremo con interesse la prof. Pais, che ritroveremo fra pochi giorni ad un importante appuntamento al quale Opificio Zappa partecipa come “partner”, si tratta dell’evento Sharitaly del prossimo 15-16 Novembre a Base Milano.

save-the-date-Sharitaly 15-16 Novembre a Base Milano

save-the-date-Sharitaly 15-16 Novembre a Base Milano

Aspettando l’appuntamento di questo pomeriggio, noi di FALPE vi riproponiamo l’intervista a Roberto Bonzio,  amico e autore di Italiani di Frontiera, ospite al Racconto Artigiano – Italiani di Frontiera in Città Falpe.

 

Vi aspettiamo  alla MOSTRA MERCATO DELL’ARTIGIANATO , passate a trovarci allo stand Falpe – 43° Mostra Artigianato .
Venite a scoprire la Città Falpe !

 

RACCONTO ARTIGIANO DELLA CITTA’ FALPE A CAMPOBASE

campobase

Questa sera alla 43° Mostra dell’Artigianato, inizierà “Campo Base, percorso di crescita per l’artigianato del futuro”. Si tratta di un percorso molto interessante e che per noi di FALPE è molto importante. Confrontarci, e condividere insieme i valori sociali e culturali dell’Artigianato è una cosa che abbiamo imparato a fare da diverso tempo.

Campo Base, riprende infatti molti degli argomenti e dei temi che  abbiamo affrontato nei mesi scorsi, grazie alla rassegna di incontri che FALPE, in collaborazione con  l’Associazione Culturale “OPIFICIO ZAPPA”, ha ideato e che abbiamo chiamato Racconto Artigiano della Città Falpe.

Condivisione  e sinergia rappresentano principi e valori importanti che costituiscono una parte fondante del patrimonio culturale di FALPE. Siamo consapevoli che la crescita culturale oltre che aziendale,  possa avvenire anche attraverso occasioni di confronto e interscambio tra realtà differenti che con principi e valori comuni orientino il proprio operato allo sviluppo e alla valorizzazione delle capacità e all’eccellenza, meglio se Artigiana.

La Provincia- Economia - 16.03.16

La Provincia- Economia – 16.03.16

Campo Base,  è un programma di formazione per imprenditori, che si terrà il 2-3-4-5 novembre, durante la 43° Mostra dell’Artigianato a Lariofiere e noi siamo particolarmente orgogliosi che questo opportunità avvenga proprio nella Città di Erba.
Qui trovate il programma dettagliato di Campo Base: http://goo.gl/z4K7wV. Gli incontri saranno ad ingresso gratuito e potrete registrarvi qui: http://goo.gl/0tucUo.

Arriveranno ad Erba, molti ospiti e personalità del mondo dell’Artigianato, a partire da Stefano Micelli (Università Ca’ Foscari), Luciano Canova (Eni Corporate University), Antonio Belloni (Consulente d’impresa), Stefano Maffei (Politecnico di Milano) che si confronteranno sul tema: “Perchè l’artigiano è il futuro”.  Sempre ad Erba sarà la volta di Paolo Galvani (MoneyFarm) , Andrea Bianchi (Direttore Confidi Systema srl), Angelo Rindone (“Produzioni dal basso”), Emanuela Donetti (Docente presso l’Istituto di Ricerca dell’Università Hepia di Ginevra), che ragioneranno sul tema finanziario e in particolare  su “Perchè c’è un mondo oltre alle banche”.

Altri due appuntamenti molto interessanti riguarderanno il “Perchè gli sherpa servono a scalare le montagne” parlando del tema dell'”Accompagnare” le imprese artigiane, ci saranno Filippo Berto (Berto SalottiPaolo Manfredi (Strategie digitali di Confartigianato), Andrea Vaccarella (Ingegnere esperto di strategie digitali) e Mauro Colombo (Direttore Confartigianato Imprese Varese).   Infine ci sarà l’incontro formativo conclusivo”Perché non esistono più frontiere”, insieme a Roberto Bonzio, Ivana Pais e Simone Crolla (American Chamber of Commerce).

 

Noi di FALPE e di OPIFICIOZAPPA ci saremo e vi aspetteremo allo Stand “Città Falpe” nel Padiglione A per ascoltare le vostre impressioni e scambiarci pareri e idee sul mondo dell’ Artigianato e non solo. Ci farebbe piacere riuscire anche solo in parte a contribuire a quella Rivoluzione Culturale indispensabile per ridare fiducia e slancio non solo all’economia ma alla stessa società italiana.

Vi aspettiamo in Città Falpe e ci vediamo a partire da questa sera al Campo Base!

Racconto Artigiano della Città Falpe a Campo Base

Racconto Artigiano della Città Falpe

 

STORIA SEDE FALPE – FILANDA DEL MORNERONE “LA PALAZZINA”

storia filanda5

Cenni storici generali

Fino alla prima metà del 1800 nell’erbese si è prodotta la seta, dapprima in modi strettamente casalinghi.
La trattura, che consiste nel trarre dal bozzolo il filato e nell’avvolgerlo sull’aspo, si realizzava nella casa dei contadini. Il procedimento consisteva nel collocare i bozzoli in bacinelle di rame stagnato, riscaldate a legna. Nell’acqua caldissima si rammolliva la gomma che copriva i bozzoli, così i capi dei filati si separavano più facilmente.
Dopo la metà del 1800, i fornelli domestici a fuoco diretto cedettero il posto a quelli industriali. Iniziava il declino così, della piccola ed antica industria casalinga per lasciare il posto alla nascente industria su larga scala.

Filanda e i filatoi

I proprietari terrieri che si occupavano dei bachi e dei gelsi, iniziarono a dedicarsi alla prima fase della lavorazione della seta. Riunirono in locali adatti gruppi di bacinelle per la trattura dei bozzoli. Divennero in larga parte veri e propri imprenditori e diedero origine alle filande, che dipanavano i bozzoli ed i filatoi, che abbinavano i fili, li torcevano i li passavano sui rocchetti. Si formò in questo modo una vera struttura di fabbrica, che raccoglieva centinaia di lavoratori in maggioranza donne e fanciulle fin dalla tenera età. Esse lavoravano per dodici ore al giorno in locali con temperature molto elevate.
La filanda simbolo della prima attività industriale della Brianza non portò, come conseguenza, l’abbandono dell’agricoltura, ma operò in stretto rapporto con essa, poichè la gelsicoltura doveva garantire la fornitura di materia prima.

Mercato della seta

La maggior parte della seta grezza prodotta ad Erba e nel Comasco, veniva esportate nelle principali capitali europee come Londra e Ginevra, per essere poi lavorata dai fabbricanti locali. Un successivo ed importante sbocco per la seta fu Lione, dove si facevano due fiere l’anno ed i Comaschi uguagliarono i Francesi nel commercio.

Filanda la Palazzina ex località Mornerone

In origine era un mulino da grano ad acqua, costruito dai Carpani di Pontelambro in riva alla roggia Molinara. Acquistato nel 1876 dalla ditta serica “Pedroni & Cavadini” fu trasformato in filanda a vapore; nei primi del ‘900 divenne di proprietà della Ditta Taroni (industriali serici di Como) che cessò l’attività della fabbrica nel 1970, cedendo l’intera proprietà a Zappa Giuseppe (fondatore della ditta FALPE).
In origine, il corpo di fabbrica era costituito da una forma a L, successivamente modificata con l’aggiunta di un ulteriore edificio così da trasformarlo in un complesso a corte con la ciminiera posta nel centro del piazzale. Ancora oggi, nonostante il cambio di destinazione, conserva l’antica ciminiera e l’intera struttura esterna.
La Palazzina è una degli ultimi esempi di edificio storico-industriale presenti nella zona di Erba insieme al filatoio di Pomerio.

IV Lake Como Film Festival @ OPIFICIO ZAPPA

Diapositiva

Siamo orgogliosi di essere stati annoverati nella IV edizione del Lake Como Film Festival.

L’associazione “Lake Como Film Festival” nasce nel 2012 dall’idea di unire le diverse professionalità per proporre progetti che amplino il respiro delle consuete proposte, creino proficue sinergie, rilancino il valore della realtà locale sul piano regionale, nazionale e internazionale, consci del valore e della risonanza del Lago di Como e delle sue potenzialità.

Gli ottimi risultati raggiunti in termini di pubblico e il crescente interesse da parte dei media sin dalla prima edizione del 2013 non hanno fatto che confermare il valore e l’originalità dell’idea ispiratrice del progetto: un festival del cinema dedicato al “cinema di paesaggio”, inserito in un contesto naturale d’eccezione come quello del Lago di Como.

Il Festival oltre a tenersi a Erba, sia all’Opificio Zappa che al Parco Mainoni, si terrà nelle città di Como (Novocomum, Villa del Grumello, Istituto del Setificio, Cinema Astra, Museo della Seta, Giardino Hotel Villa Flori, Hangar Aero Club, Arena del Teatro Sociale e Hotel Suisse), Albavilla (Frazione di Carcano), Merone (Oasi di Baggero) e Cernobbio (Villa Erba).

Falpe ha quindi il piacere di invitare i suoi clienti, collaboratori e partners il prossimo giovedì 30 giugno alle ore 20.00 per la visita dell’Opificio Zappa per poi proseguire la serata con la proiezione del film “Bal” di Semih Kaplanoglu alle ore 21.30.

Sarà per noi un onore accogliervi nella nostra incantevole Filanda.

Immagine

 

Raccontare il Made in Italy in Città Falpe – Rassegna Stampa

E’ con piacere che diamo il via ufficialmente alla rassegna di incontri che FALPE, in collaborazione con l’Associazione Culturale “OPIFICIO ZAPPA”, ha ideato ed intende promuovere e che abbiamo scelto di chiamare ““Racconto Artigiano della Città Falpe”.

Abbiamo pensato di organizzare questa rassegna per confrontarci insieme ad amici, clienti, enti, imprese, istituzioni ed organizzazioni del territorio, sul valore sociale e culturale dell’ artigianato e del “made in Italy”.
Ci farebbe piacere riuscire anche solo in parte a contribuire a promuovere e far conoscere nel panorama nazionale e non solo, le realtà imprenditoriali e del mondo artigiano di eccellenza del territorio.

Il titolo della prima serata, che si è tenuta il 16 Marzo 2016 alle ore 19.00 nello spazio “Expo” dell’Opificio Zappa è stato: “Raccontare il Made in Italy in Città Falpe” e ha visto come ospiti: Marco Bettiol e Filippo Berto. Moderatore dell’incontro è stato il dott. Bruno Profazio, vicedirettore del quotidiano “La Provincia”.

Di seguito vi riportiamo la rassegna stampa  della serata.

Qui la serata raccontata sul mitico e famoso Blog BertoStory

Qui l’articolo del quotidiano on-line ErbaNotizie.

Qui trovate le foto della serata, grazie per gli scatti a Sara  Consonni.

Grazie a tutte le testate giornalistiche che hanno seguito con interesse e passione la nostra iniziativa. Il Racconto Artigiano della Città Falpe, può crescere anche grazie al vostro contributo.

Un particolare ringraziamento al dott. Bruno Profazio e al quotidiano “La Provincia di Como” per aver moderato e seguito la serata.

In FALPE parliamo di #coworking, insieme a Coordinamento Giovani Como e Associazione Culturale Opificio Zappa

COWORK – the place to grow è il titolo della serata che il COORDINAMENTO GRUPPO GIOVANI DI COMO, in collaborazione con l’Associazione Culturale OPIFICIO ZAPPA e FALPE sono lieti di presentare e che si terrà Mercoledì 18 Novembre alle ore 18.00 presso l’ OPIFICIO ZAPPA di Via IV Novembre,2 ad Erba, Como.

Cowork, the place to grow

Cowork, the place to grow

L’iniziativa è promossa dal Comitato di Coordinamento Gruppi Giovani della provincia di Como. Il Coordinamento è un comitato composto da 7 associazioni di categoria e 6 ordini professionali della nostra provincia. Lo scopo che si prefigge è di creare una rete tra associazioni e ordini del nostro territorio, per lavorare insieme su progetti culturali ed iniziative a scopo benefico, promuovendo così lo sviluppo del territorio comasco. Guarda qui il sito del Coordinamento.

Alessandra Bianchi, presidente del Comitato di Coordinamento Giovani Como, aprirà la serata, introducendo i temi e gli interrogativi che imprenditori e liberi professionisti della provincia di Como hanno sull’argomento.
“Cosa si intende per COWORK? Come e perché nasce? “
Ne parleremo, insieme a due importanti relatori e ad ospiti di eccezione che porteranno la loro testimonianza in ambito di coworking .
Le domande a cui si darà risposta durante la serata, sono quelle più frequenti in tema di spazi di lavoro condiviso: E’ forse solo un luogo di lavoro alternativo nato con lo scopo di ottimizzare le risorse, contenere le spese e offrire una soluzione al problema dell’isolamento, che tanti freelance sperimentavano lavorando in casa? Oppure è una realtà che va anche oltre questi presupposti favorendo lo sviluppo di una rete di persone con esperienze e competenze differenti tra loro e che trovandosi a lavorare in un ambiente improntato alla collaborazione, condivisione e comunicazione trovano terreno fertile per la concretizzazione di idee e progetti?

L’ incontro vedrà la partecipazione di due importanti relatori,

dott.ssa Ivaldi Silvia

dott.ssa Ivaldi Silvia

– la dott.ssa Ivaldi Silvia, una giovane ricercatrice impegnata nel dottorato di ricerca sul Coworking, membro del team della Prof. Ivana Pais e Prof. Scaratti Giuseppe, co-founder di Polis Fuoriclasse, membro di Hub Milano e Global Shaper per il World Economic Forum;

prof. Scaratti Giuseppe

prof. Scaratti Giuseppe

– il Prof. Scaratti Giuseppe -Docente di Psicologia delle relazioni, lavoro e organizzazioni presso l’Università Cattolica di Milano, referente dell’unità di ricerca interfacoltà su conoscenze, apprendimento e relazioni nei contesti organizzativi, membro del comitato scientifico per il double agreement tra Università Cattolica di Milano e l’Alberta Business School (University of Alberta) del Canada.

Come ospite, interverrà

Massimo Carraro - fondatore rete COWO

Massimo Carraro – fondatore rete COWO

Massimo Carraro, partner dell’agenzia di comunicazione Monkey Business e fondatore della rete Cowo®, la rete di spazi di coworking aperta nel 2008 in Italia e che conta oggi ben 121 coworking, in 70 città, tra Italia e Svizzera. Guarda quiil sito di COWO.

Sarà presente anche

Alberto Canali - COWOCOMO

Alberto Canali – COWOCOMO

Alberto Canali di Cowo Como, gestore dello spazio di coworking affiliato alla rete Cowo® ed aperto a Como dal 2011. Guarda qui il sito di CowoComo.

I relatori, insieme agli ospiti e ai partecipanti si confronteranno in un clima informale sui tanti temi e caratteristiche del lavoro in condivisione. In particolare con i nostri relatori affronteremo i seguenti argomenti:
– caratteristiche e prospettive del coworking in Italia (dati di sviluppo, modalità e culture di utilizzo degli spazi), discussione e confronto;
– aspetti pratici per aprire un coworking, confronto e testimonianze;
– la cultura territoriale e la possibilità di sviluppo del coworking , dibattito e domande.
Al termine dell’incontro avremo occasione di scambiarci idee e pareri sulla serata, durante un aperitivo-buffet, offerto da FALPE all’interno del nuovo show-room artigiano e contestualmente si potranno visitare gli spazi ex industriali, riconvertiti ad uso culturale e in luoghi di condivisione per studenti, coworkers e artisti-artigiani dell’ Opificio Zappa.

Su facebook puoi trovare qui l’evento.
Vi invitiamo a registrare la partecipazione (gratuita) su eventbrite.it, al seguente link.

Cowork, the place to grow - programma della serata

Cowork, the place to grow – programma della serata

Oggi, come allora, FALPE TORNA AL SINIGAGLIA

COMO - PISTOIESE 25/05/1980

COMO – PISTOIESE 25/05/1980

Vi raccontiamo questa volta una storia che parla della nostra azienda e che come spesso accade, è una storia che si ripete… oggi,come allora, dopo 35 anni.

In questa domenica 11 Ottobre 2015, allo Stadio G. Sinigaglia di Como, uno dei tanti gioielli del capoluogo Comasco, considerato tra gli stadi più belli d’Italia, abbiamo rivissuto insieme a FALPE uno spettacolo, vissuto insieme ben 35 anni fa.

La nostra azienda, da sempre vicina e sostenitrice dello sport, in particolare del Calcio nel nostro territorio, oggi è stata presente ad una data storica e importante per il Calcio Como e per lo Stadio Sinigaglia.
Dopo 14 anni i Lariani tornavano sul campo casalingo per affrontare una sfida di Serie B. Quella di oggi, è stata la prima partita casalinga, per il
Como, nel campionato di Serie B, ed è stata una sfida molto sentita, il derby lombardo contro il Brescia.

FALPE torna al SINIGAGLIA

FALPE, presentava oggi il proprio accordo di sponsorizzazione che lega la nostra azienda al Calcio Como a partire da questo primo anno di Serie B, per i prossimi 5 anni, con l’augurio di raggiungere insieme importanti traguardi.

image

image

image

image

Oggi, dopo 35 anni, il marchio FALPE, torna ad essere presente sul campo del Como, allo Stadio Sinigaglia, per ricordare a tutti che “anche questa è una città FALPE”, o forse sarebbe meglio dire che “questa è da sempre, una città FALPE”!!

Forza Como, Forza FALPE!

IMG_0596