Tag Archives: berto

IL “RACCONTO ARTIGIANO” DI FILIPPO BERTO A CAMPOBASE

Giorgio Zappa e Filippo Berto

Giorgio Zappa e Filippo Berto

Prosegue la 43° Mostra dell’Artigianato ad Erba e noi di FALPE vi aspettiamo al nostro stand per questa settima giornata di fiera con un interessante appuntamento a cui vi invitiamo a partecipare. Questo pomeriggio alle 18.00 a Campo Base, il percorso di formazione per imprenditori organizzato da Confartigianato, ci sarà un ospite per noi di FALPE molto speciale. Si tratta di Filippo Berto, della Berto Salotti.

Filippo Berto firma il Racconto Artigiano Falpe

Filippo Berto firma il Racconto Artigiano Falpe

Mercoledì sera abbiamo avuto il piacere di avere Filippo nostro ospite allo Stand Falpe e gli abbiamo chiesto di lasciarci la sua firma sulla locandina del “Racconto Artigiano della Città FALPE“, in ricordo della serata dello scorso 16 marzo all’ Opificio Zappa, insieme agli amici Marco Bettiol e a Valentina Sala abbiamo presentato la storia innovativa della BertO.

"Raccontare il Made in Italy "

“Raccontare il Made in Italy “

Filippo Berto, (guardate qui) rappresenta per noi come per molti Artigiani un punto di riferimento, un modello a cui ispirarsi e da cui apprendere. Filippo, insieme ai suoi collaboratori della BertO, non solo ha saputo far crescere la propria azienda, ma è anche stato in grado di stimolare molti imprenditori artigiani a far conoscere le proprie aziende e far scoprire, attraverso il web, l’eccellenza artigiana delle nostre piccole imprese. Molto prima di google  e di  samsung, c’era già Berto Story a far conoscere al mondo il made in Italy!

Filippo Berto e Giorgio Zappa a #Vanessa4NewCraft

Filippo Berto e Giorgio Zappa a #Vanessa4NewCraft

Oggi a Campo Base ci parlerà di come sta cambiando il rapporto tra produttore e consumatore e noi saremo presenti per ascoltare e fare qualche riflessione anche insieme a Francesco Cancellato di Linkiesta e agli ospiti che interverranno. Insieme a Filippo Berto, Berto Salotti, Paolo Manfredi autore di “L’economia del su misura”, Andrea Vaccarella, Ingegnere esperto di strategie digitali tratterò il tema della, “comunicazione digitale”, Mauro Colombo, Direttore Confartigianato Imprese Varese che parlerà di “le associazioni e la digitalizzazione delle imprese.”

Aspettando l’appuntamento di questa sera, noi di FALPE vi riproponiamo l’intervista a Valentina Sala, “boss” del marketing di BertO e Marco Bettiol, amico e autore di Raccontare il Made in Italy che sono stati ospiti al 1° incontro della rassegna “Racconto Artigiano della Città Falpe”

Vi aspettiamo  alla MOSTRA MERCATO DELL’ARTIGIANATO , passate a trovarci allo stand Falpe – 43° Mostra Artigianato .
Venite a scoprire la Città Falpe !

 

 

 

 

RACCONTO ARTIGIANO DELLA CITTA’ FALPE A CAMPOBASE

campobase

Questa sera alla 43° Mostra dell’Artigianato, inizierà “Campo Base, percorso di crescita per l’artigianato del futuro”. Si tratta di un percorso molto interessante e che per noi di FALPE è molto importante. Confrontarci, e condividere insieme i valori sociali e culturali dell’Artigianato è una cosa che abbiamo imparato a fare da diverso tempo.

Campo Base, riprende infatti molti degli argomenti e dei temi che  abbiamo affrontato nei mesi scorsi, grazie alla rassegna di incontri che FALPE, in collaborazione con  l’Associazione Culturale “OPIFICIO ZAPPA”, ha ideato e che abbiamo chiamato Racconto Artigiano della Città Falpe.

Condivisione  e sinergia rappresentano principi e valori importanti che costituiscono una parte fondante del patrimonio culturale di FALPE. Siamo consapevoli che la crescita culturale oltre che aziendale,  possa avvenire anche attraverso occasioni di confronto e interscambio tra realtà differenti che con principi e valori comuni orientino il proprio operato allo sviluppo e alla valorizzazione delle capacità e all’eccellenza, meglio se Artigiana.

La Provincia- Economia - 16.03.16

La Provincia- Economia – 16.03.16

Campo Base,  è un programma di formazione per imprenditori, che si terrà il 2-3-4-5 novembre, durante la 43° Mostra dell’Artigianato a Lariofiere e noi siamo particolarmente orgogliosi che questo opportunità avvenga proprio nella Città di Erba.
Qui trovate il programma dettagliato di Campo Base: http://goo.gl/z4K7wV. Gli incontri saranno ad ingresso gratuito e potrete registrarvi qui: http://goo.gl/0tucUo.

Arriveranno ad Erba, molti ospiti e personalità del mondo dell’Artigianato, a partire da Stefano Micelli (Università Ca’ Foscari), Luciano Canova (Eni Corporate University), Antonio Belloni (Consulente d’impresa), Stefano Maffei (Politecnico di Milano) che si confronteranno sul tema: “Perchè l’artigiano è il futuro”.  Sempre ad Erba sarà la volta di Paolo Galvani (MoneyFarm) , Andrea Bianchi (Direttore Confidi Systema srl), Angelo Rindone (“Produzioni dal basso”), Emanuela Donetti (Docente presso l’Istituto di Ricerca dell’Università Hepia di Ginevra), che ragioneranno sul tema finanziario e in particolare  su “Perchè c’è un mondo oltre alle banche”.

Altri due appuntamenti molto interessanti riguarderanno il “Perchè gli sherpa servono a scalare le montagne” parlando del tema dell'”Accompagnare” le imprese artigiane, ci saranno Filippo Berto (Berto SalottiPaolo Manfredi (Strategie digitali di Confartigianato), Andrea Vaccarella (Ingegnere esperto di strategie digitali) e Mauro Colombo (Direttore Confartigianato Imprese Varese).   Infine ci sarà l’incontro formativo conclusivo”Perché non esistono più frontiere”, insieme a Roberto Bonzio, Ivana Pais e Simone Crolla (American Chamber of Commerce).

 

Noi di FALPE e di OPIFICIOZAPPA ci saremo e vi aspetteremo allo Stand “Città Falpe” nel Padiglione A per ascoltare le vostre impressioni e scambiarci pareri e idee sul mondo dell’ Artigianato e non solo. Ci farebbe piacere riuscire anche solo in parte a contribuire a quella Rivoluzione Culturale indispensabile per ridare fiducia e slancio non solo all’economia ma alla stessa società italiana.

Vi aspettiamo in Città Falpe e ci vediamo a partire da questa sera al Campo Base!

Racconto Artigiano della Città Falpe a Campo Base

Racconto Artigiano della Città Falpe

 

Raccontare il Made in Italy in Città Falpe- Le foto della serata

E’ con piacere che diamo il via ufficialmente alla rassegna di incontri che FALPE, in collaborazione con l’Associazione Culturale “OPIFICIO ZAPPA”, ha ideato ed intende promuovere e che abbiamo scelto di chiamare “Racconto Artigiano della Città Falpe”.

Abbiamo pensato di organizzare questa rassegna per confrontarci insieme ad amici, clienti, enti, imprese, istituzioni ed organizzazioni del territorio, sul valore sociale e culturale dell’ artigianato e del “made in Italy”.
Ci farebbe piacere riuscire anche solo in parte a contribuire a promuovere e far conoscere nel panorama nazionale e non solo, le realtà imprenditoriali e del mondo artigiano di eccellenza del territorio.

Il titolo della prima serata, che si è tenuta il 16 Marzo 2016 alle ore 19.00 nello spazio “Expo” dell’Opificio Zappa è stato: “Raccontare il Made in Italy in Città Falpe” e ha visto come ospiti: Marco Bettiol e Filippo Berto. Moderatore dell’incontro è stato il dott. Bruno Profazio, vicedirettore del quotidiano “La Provincia”.

Pubblichiamo con piacere alcuni scatti realizzati durante la serata dalla giovane fotografa Sara Consonni, che ringraziamo di cuore per la disponibilità.

Qui il link alla Rassegna Stampa dell’iniziativa. Vi aspettiamo alla prossima!! #RaccontoArtigiano #CittàFalpe

 

Racconto Artigiano della Città Falpe. Cominciamo dal Made in Italy

 

Racconto Artigiano della Città Falpe - Raccontare il Made in Italy

Racconto Artigiano della Città Falpe – Raccontare il Made in Italy

Cominciamo dal Made in Italy, ma prima ancora dal dire GRAZIE di cuore a tutti coloro che hanno partecipato, a vario titolo alla prima serata della rassegna “Racconto Artigiano della Città Falpe“, tenutasi ieri, 16 Marzo nello spazio “Expo” della nostra sede all’interno dell’ Opificio Zappa di Erba-Como.

Valentina Sala - BertO, Marco Bettiol, Bruno Profazio

Valentina Sala – BertO, Marco Bettiol, Bruno Profazio

Abbiamo parlato di Made in Italy insieme a Marco Bettiol, autore del testo “Raccontare il Made in Italy” e con Valentina Sala, responsabile “boss” del marketing di BertO. A moderare la serata, rendendola vivace e partecipata nelle quasi 2 ore di incontro,  il dott. Bruno Profazio, vicedirettore de La Provincia di Como.

L’incontro ha visto la partecipazione di numerosi ospiti,  diversi esponenti del mondo delle Associazioni di categoria, imprenditori di aziende erbesi e brianzole, artigiani, ma non solo, clienti, amici, giovani e studenti che non sono voluti mancare a questa prima serata di “incontri artigiani”.  A tutti loro va il nostro grazie per aver contribuito e stimolato riflessioni e confronti con i relatori.

Siamo particolarmente onorati e contenti di aver avuto la partecipazione di Marco Citterio che ha accompagnato un gruppo di aziende artigiane di Brianza Design, insieme a Maurizio Riva di Riva1920 al quale abbiamo avuto il piacere di presentare la “Città Falpe”, dal “Filanda Showroom” FALPE, agli spazi riconvertiti dell’OPIFICIO ZAPPA.

Maurizio Riva

Maurizio Riva – Riva 1920

Chiacchierando al termine dell’incontro, durante il buffet all’interno dello showroom FALPE, abbiamo avuto modo di confrontarci con i presenti e apprezzare le riflessioni e gli stimoli che Marco Bettiol, attraverso il racconto del suo libro ha saputo offrire. Diversi colleghi imprenditori si sono confrontati circa le opportunità presentate da Bettiol, che riguardano il digitale e i nuovi mezzi di comunicazione utili per raccontare le nostre eccellenze.

“Occorre sfruttare il digitale, in tutte le sue modalità. Non basta più la sintesi accattivante del marketing o il messaggio subliminale della pubblicità, occorre raccontare storie, storie di eccellenze, storie di qualità.”

1937201_10154006702299146_1574156469859812175_n

“Raccontare la qualità italiana – spiega  Marco Bettiol– è ormai essenziale. Perché il mondo desidera le nostre eccellenze, ma la maggior parte delle volte non riesce ad arrivare neppure a sapere che esistono queste realtà eccelse. La caratteristica principale del made in Italy è quella di saper trasformare oggetti apparentemente tradizionali, in qualcosa di unico. I produttori italiani non  vendono prodotti, ma cultura sottoforma di prodotti: è la qualità della nostra manifattura a rendere unici questi oggetti”.

Il “Racconto Artigiano della Città Falpe” è appena cominciato…..

Racconto Artigiano della Città Falpe - Raccontare il Made in Italy

Racconto Artigiano della Città Falpe – Raccontare il Made in Italy

 

Sui canali Youtube FALPEe OPIFICIOZAPPA, pubblicheremo le interviste realizzate dal team del #TgOZ agli ospiti durante la serata.

Qui  un pò di “digital marketing” :-)

Qui il link all’articolo sulla serata di Roberta Sangalli

Qui il link alla Rassegna Stampa dell’iniziativa

Il libro Raccontare il Made in Italy. Un nuovo legame tra cultura e manifattura, edito da Marsilio è acquistabile presso La Libreria di Via Volta. Oppure su Amazon.

Qui trovate le foto della serata, grazie per gli scatti a Sara  Consonni.

Questo l’articolo a cura di Luca Meneghel sul quotidiano La Provincia di quest’oggi 17/03/16 a pagina 12  – Economia

Articolo a cura di Luca Meneghel – La Provincia

 

 

 

 

Perchè aprire un blog FALPE

Confesso che l’idea di aprire un blog della nostra azienda, da solo non mi sarebbe mai venuta, o quantomeno non in questo momento. Decisamente troppo concentrato sul cercare di far tornare i conti, sul chiudere il bilancio 2013, analizzarlo e constatare drammaticamente che “bisogna aumentare il fatturato”.

Bene, ora qualcuno di voi mi spieghi se in tutto questo, tra numeri e bilanci, si può scorgere quello spirito che caratterizza un giovane imprenditore che da sempre ha l’ambizione di definirsi “folle e affamato”?!

fratelli zappa

La  nostra azienda, ve la presenterò meglio più avanti (per ora date un occhio al nostro sito nella sezione: storia Falpe)  esiste da oltre 40 anni e da 3 anni è guidata da me, Giorgio, e da mio fratello Enrico. Come possono, secondo voi, due imprenditori artigiani di 29 e 26 anni perdersi solo nei numeri e nei bilanci? Non possono, esatto! e infatti noi non lo facciamo, o meglio non facciamo solo quello, portiamo avanti la nostra azienda artigiana, mettendoci tutta la passione, la creatività, l’inventiva e l’ingegno di cui naturalmente siamo dotati.  

 

Da qui nasce l’idea di aprire il blog, per raccontarci e raccontare la vita dentro e fuori la “Città FALPE”. Una vita frenetica, intensa, ricca di iniziative e di progetti che quasi sempre nascono tra le solenni mura dell’ “OPIFICIO ZAPPA”, la sede della nostra azienda e che poi da qui partono e vengono concretizzati.

 

fabbrica della creatività

La nostra è una realtà dinamica, ma dove, prima dei numeri e dietro i prodotti che vendiamo, produciamo o installiamo vi è un’attenzione  e una cura particolare, affinché ogni cliente, così come avviene da oltre 40 anni, possa continuare a dirsi soddisfatto di aver scelto FALPE.

Mi piace descrivervi la nostra realtà come un grande serbatoio, un laboratorio di idee e di prodotti, lo definirei un “Fab Lab ante litteram”, nel quale nascono e si concretizzano i progetti dei nostri clienti, così come i progetti della nostra azienda.

filippoberto

Filippo Berto

Come vi dicevo all’inizio, l’idea di aprire un blog non mi sarebbe mai venuta, se non grazie ad un amico imprenditore che prima di tutti è stato capace di trasmettere ai propri clienti il valore unico della sua azienda artigiana. Filippo Berto, non solo ha saputo far crescere la propria azienda, ma è anche stato in grado di stimolare molti imprenditori artigiani a far conoscere le proprie aziende e far scoprire, attraverso il web, l’eccellenza artigiana delle nostre piccole imprese. Molto prima di google  e di  samsung, c’era già Berto Story a far conoscere al mondo il made in Italy!

 

Ripensandoci ora, in fondo, la storia della nostra azienda e dei nostri prodotti la raccontiamo da oltre 40 anni, ogni volta che parliamo con un nostro cliente, oggi allora perché non condividerla anche qui, con i nostri clienti passati, quelli di oggi e con coloro che ci auguriamo lo saranno in futuro.

 

Giorgio